[immagine] Le onde sonar multibeam, che si riflettono sul fondo del mare vicino all'isola francese di Mayotte, rivelano il profilo di un vulcano alto 800 metri (rosso) e di un pennacchio in aumento di gas. SQUADRA MAYOBS (CNRS / IPGP-UNIVERSITÀ DI PARIGI / IFREMER / BRGM)

 

3 fatti che (forse) non sapevi sul terremoto che ha scosso la Terra per 20 minuti senza che nessuno sentisse niente!

Si tratta di un mistero molto accattivante! L'11 novembre 2018 l'intero pianeta è stato scosso da onde sismiche per 20 minuti ma solo i sensori dei sismografi se ne sono accorti.
 
Apriamo una rapida parentesi.
Sisma globale, difficile da credere! La notizia infatti è rimbalzata rapidamente tra siti complottari dalla dubbia (dubbissima) affidabilità e serietà. Appassionati di misteri, di energie improbabili e di alieni non hanno perso l'occasione per applicare un po' di bias di conferma e interessi personali da bloggari manipolando la notizia a loro favore, con termini indubbiamente senza senso che lascerebbero qualche sospetto a chiunque (chiunque abbia studiato la materia citata)!
(ancora una volta invitiamo tutti, anche gli appassionati di mistero, a curiosare in questo sito per acquisire armi di consapevolezza contro la disinformazione e contro gli inganni della mente! https://www.paolotuttotroppo.it/ ).
citiando come esempio qualche termine fuffaro assolutamente no sense: quella del sisma sarebbe stata una "frequenza pulita, quasi musicale", e una serie di altre frasi ad effetto di tendenza in questi ambiti, usate non per informare ma per suscitare determinate impressioni e veicolare il pensiero del lettore verso i gusti e la filosofia degli autori di certi articoli.
E qui chiudiamo la parentesi, torniamo alla narrazione!
 
Avere qualche sospetto è un dovere ma non fermiamoci ai pregiudizi!
 
Un fenomeno così grande e misterioso non potrebbe che emozionare la comunità scientifica e far partire una corsa globale alla ricerca e alla pubblicazione! Beh... così è stato!! I ricercatori non avevano mai visto nulla del genere.
Improvvisamente un'isola francese situata tra il Madagascar e l'Africa ha attirato l'attenzione della comunità scientifica! Stiamo parlando dell'isola di Mayotte.
Questa piccola isola sarebbe stata scossa da tantissimi terremoti, le onde sismiche avrebbero fatto il giro globo ma ad una frequenza troppo bassa per essere percepita dagli esseri umani (non certo per i nostri strumenti, però!).
Dopo periodi di estenuanti ricerche, a seguito della campagna di osservazione lanciata dal CNRS, sono iniziati ad emergere dati incoraggianti:
  1. La scoperta di un giovane vulcano sottomarino, immortalato in un'immagine suggestiva con una particolare tecnica chiamata "beamforming", una mappa acustica del vulcano!
  2. La presenza di una camera magmatica tra i 20 e i 50 chilometri sotto la superficie terrestre.
  3. L'intera isola si è spostata di 10 centimetri verso Est ed è “sprofondata” nell'oceano di ben 15 centimetri. Fenomeno legato al collasso della camera magmatica.
 
L'unica possibile correlazione tra la strana serie di onde e il punto d'origine dell'onda misteriosa sarebbe la nascita di un nuovo vulcano sottomarino! Vulcano che sarebbe quindi responsabile sia dell'eruzione vulcanica più potente mai registrata, sia della misteriosa onda sismica globale a bassa frequenza dell'11 novembre!
Il mistero sembra risolto, ma la ricerca continuerà ad andare avanti, in cerca di piccole domande a cui trovare risposte.
 
Sitografia per approfondimenti (ovvero i titoli di coda di quegli articoli che ci tengono ad essere sinceri e affidabili):